Forum ufficiale della FIPL, Federazione Italiana Powerlifting
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 XIV Coppa Italia di powerlifting

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: XIV Coppa Italia di powerlifting   Lun Ott 13, 2014 11:40 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



XIV COPPA ITALIA FIPL


L'appuntamento è a Cecina (Livorno), presso il locale Palazzetto dello Sport "Palazzaccio",
dal 23 al 26 ottobre p.v., per uno dei più appassionanti e coinvolgenti eventi del powerlifting nazionale targato FIPL:

23 squadre, 179 atleti iscritti, record ufficioso di partecipanti alla manifestazione!

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mar Ott 28, 2014 2:20 pm

Parto all'alba del giovedì insieme ad Andrea, che è il T-boy a cui spetta il compito di fare da apripista in pedana tra gli atleti della squadra.
La prima giornata è interamente dedicata agli juniores e lui, classe '91, è all'ultima gara in quella fascia di età.
In realtà oltre ad essere l'ultima è soltanto la seconda e la prima geared ma questa è un'altra storia.

Aveva esordito al trofeo Bertoletti del 2013 dopo 4 mesi e mezzo di allenamenti a partire da quando lo avevo conosciuto; 9 prove valide, 500kg. raw ed un temporaneo record di stacco, di cui ho già parlato in altri threads. Poi la preparazione per la Coppa Italia, che doveva costituire il suo esordio attrezzato che, evidentemente, il destino voleva fosse rimandato.
Andrea è stato un calciatore di buon livello giovanile (ha giocato nel Mantova e nell'Ostia Mare) e non ha mai resistito al richiamo della magica sfera; il 2 ottobre dello scorso anno ha la malaugurata idea di partecipare ad una partita di calcetto, proprio il giorno successivo ad uno squat pesante ed ovviamente a mia insaputa.
Lo aveva fatto altre volte ma stavolta la fortuna non lo assiste: un movimento scomposto durante una fase di gioco, il piede si pianta, il ginocchio si torce e fa crac; la diagnosi è rottura del legamento crociato. Crying or Very sad
L'intervento è fissato per gennaio e gli viene asportato il semi tendinoso dal posteriore della coscia per fissarlo al ginocchio; in quel periodo, prima e dopo, si ferma ed effettua solo bench press.

Riprende a staccare a marzo tra mille paure dopo la fisioterapia; squatta ad aprile con il bastone di legno, quindi a corpo libero, poi con il bilanciere vuoto, dopo con qualche peso commerciale sul bilanciere da 10kg. e 28mm.
I compagni si allenano al rack professionale della squadra ma lui sta in disparte, non vuole dar fastidio con i suoi carichi che gli sembrano ridicoli, con i timori, con la sensazione delle aderenze che si staccano.
Ogni tanto mi chiama: " A mi' (sarebbe la sua abbreviazione per mister Cool  ), mi guardi? Dimmi come mi vedi e se scendo al parallelo ma non voglio andare sotto, non me la sento ancora"  e intanto si gira delle fascette bianche leggere che gli ha dato Sara e che sembrano quelle acquistate ai sanitari.
Il ragazzo è forte, ha voglia e sa che credo in lui ma sa pure che non gli metterò mai fretta.
Al precedente Natale, alla vigilia dell'intervento, un altro componente della squadra durante una cena mi aveva confidato: "Andrea ha paura, sa che è colpa del calcio ma non pensa di riprendere più a fare agonismo con il pl perchè un conto è fare sport e pure pesi, un altro è accosciarsi fasciato stretto e chiuso in un corpetto con 2 quintali sulle spalle. Tu te la sentiresti di farglielo fare?".
Non potevo rispondere, non sapevo in quel momento se me la sarei sentita, di certo non lo avrei fatto se non me lo chiedeva lui; sarebbe andata come voleva; per me contano gli uomini prima degli atleti e degli specialisti di questa o quell'altra disciplina e un posto tra i Tony's ci sarebbe stato sempre per lui, qualunque decisione avesse preso, come c'è per J Powermechanic e per Jacopo/Hencas che pure non stanno gareggiando ed a cui tutti vogliono bene comunque. sunny

Per Andrea era una sfida con se stesso: a calcio si era già lussato una spalla cadendo male ed ora non voleva che questo risultasse un impedimento definitivo; perlomeno occorreva provarci, senza obblighi, senza pressioni, senza scadenze ed io davvero non ne mettevo nessuna.
A luglio facciamo un mini test raw che va piuttosto bene su tutte le 3 alzate: la genetica di base c'era e squotta già 150kg. e ne ristacca 170. Iniziamo di comune accordo un programma tra i più semplici; l'idea, l'obiettivo generico è di disputare la Coppa Italia raw, per divertirsi, per rientrare, per stare con gli altri e vedere se nel 2015possiamo tornare a pieno regime.

Il ragazzo ha tanti soprannomi: è "poweryoung" perchè così ha voluto fosse il nick sulla tuta sociale ma io lo chiamo pure "Fanfan La Tulipe" per la sua passione per i wurstel tulipe, "bel magro", " trabattello" con riferimento al suo lavoro nell'edilizia, da cui trabametalliko (quando aveva il Metal), "trabax" e infine "traba coi lupi" Surprised
La fame vien mangiando e in estate comincio a proporgli qualche miglioria nell'attrezzatura: "vogliamo mettere fasce più protettive, vuoi provare?" ; " trabax, nella panca non hai problemi perchè non tentiamo con la maglia di Omar o quella di Claudio?"; "c'è il corpetto che Simone non utilizza, lo vuoi indossare? Caso mai non va lo togliamo subito".
Il ragazzo è molto asciutto, a fronte di 1,79 e di un peso forma precedente di 78kg. ora non arriva a 74kg., perchè ha perso massa magra nelle cosce.
A settembre, quasi per magia, la sua decisione è presa: "a mi', ho deciso, faccio questa Coppa Italia  e ci attrezziamo; voglio sperimentare come sto senza inseguire nessuno, tornare come ero un anno fa e da li ripartire; però non mi inserire tra i -74kg., non voglio fare la fame ed essere più secco di quanto sono, iscrivimi tra gli juniores -83, tanto è a tabella e peserò 74-75kg. bounce

Quel giovedì siamo partiti all'alba perchè la gara juniores -83kg. prevede il peso alle 11.00 e possiamo arrivare con relativo comodo. Sulla bilancia registra quello che pensavamo, cioè kg.74.5, le entrate che comunichiamo sono 205/137.5/200 , chiaramente ormai tutto attrezzato.
Nello squat indossa un corpetto 34, personalizzato e ristretto di bretelle, in vita e sull'esterno delle cosce: l'entrata è tranquilla e più volte provata, l'affondo è deciso, l'unico dubbio è se il corpetto si sia ben calzato già nel riscaldamento.
La seconda prova rappresenta un bel salto, sono 220kg. che è pure il massimo provato in un'unica precedente occasione poco più di 2 settimane prima ma è migliore della precedente. Siamo alla terza prova ed propongo 225kg., quanto aveva sperimentato lo scorso anno prima di infortunarsi ad un bw maggiore e con ben altra preparazione ma lui ormai ci crede, vuole 230 che non ha mai provato e avrebbe voluto fare lo scorso anno in terza prova.
Scende bene ma ha un'indecisione a metà risalita, dove le fasce ti mollano e devi reagire; non è abituato al carico e si ingobbisce leggermente, perde il tempo per superare lo sticking point e torna indietro. Pazienza con un po' più di esperienza ce l'avrebbe fatta ma la prova è ampiamente superata.

Nella bench le preoccupazioni sono altre: la maglia è stata acquistata da un compagno di squadra ed è una Katana 40 che ha indossato 4 o 5 volte; lui non è un panchista raw molto forte e la maglia è performante; partire troppo bassi in allenamento ha significato non raggiungere il torace, partire alto potrebbe portare al fallimento in chiusura.
I timori sono fondati, perchè nonostante si sia deciso di optare per 137.5kg., il bilanciere non arriva mai al petto, quando lo fa il ragazzo è stremato, riparte, rallenta, rema, non chiude; siamo preoccupati ma non perde la concentrazione; al secondo tentativo è risoluto in discesa, la maglia si è calzata del tutto e lui alza meglio la gabbia toracica; la prova è ok e passiamo a 140kg., dove i pesi volano letteralmente.
Forse abbiamo perso qualche chilo ma la prudenza non è mai troppa, come insegnano le vicissitudini di compagni di squadra usciti di gara, quindi bene così; d'altronde guadagnare con una maglia provata in un mese e mezzo ca. 30chili sul raw non è da tutti. Wink

Lo stacco è l'ultima fatica e ci siamo tenuti coperti con 200chili (ne avevo suggeriti addirittura 195 ma ha avuto ragione lui) che salgono agevolmente.
Da un certo particolare punto di vista mi preoccupava più dello squat: in quel caso infatti i dubbi concernevano l'articolazione ed erano stati già fugati da alcune settimane ma per lo stacco è diverso; per sostituire il legamento rotto si è fatto ricorso ad un tendine estratto dalla zona del bicipite femorale (l'alternativa era il ben più costoso sintetico), per cui il ragazzo è teoricamente a posto nella zona della rotula ma è ovviamente asimmetrico e unilateralmente meno forte nella coscia posteriore destra, cosa che a livello ipertrofico è persino visibile ad occhio nudo. Neutral
Ormai però siamo in gara, in gioco e la paura è calata; insisto per non salire troppo in seconda prova per lasciare qualche residua energia per l'ultima e così solleva tranquillamente 210kg. Infine in terza chiamiamo 220kg., cjhe oltre a rappresentare il suo 1rm, occorrono per sopravanzare uno degli juniores davanti a lui.
Il totale dice 580kg. con 415 punti wilks, che ritengo un ottimo viatico per la prossima stagione - la prima da senior - dopo le vicissitudini passate, i rischi corsi e lo scarso tempo a disposizione.
Ormai il momento brutto è alle porte e siamo in ballo per il 2015; quando si è in ballo si balla, dice un proverbio e infatti Kevin Costner ballava coi lupi ma per Andrea è un po' diverso, perchè i Tony's hanno deciso che è: "Traba coi lupi"    rock

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
claudius

avatar

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 09.12.11
Età : 49
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mar Ott 28, 2014 9:21 pm

Emozionante!!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Poweryoung



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 13.03.13
Età : 26

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mar Ott 28, 2014 10:37 pm

Ho finito ora di leggerlo e mi sono emozionato tantissimo!!! Hai scritto per filo e per segno tutto alla perfezione questo perché sei stato sempre presente al mio fianco nei momenti belli e brutti !!!dirti grazie per tutto quello che hai fatto per me non basta, voglio affrontare questo prossimo 2015 nel migliore dei modi e regalarti nel mio piccolo delle nuove emozioni!!!!!!adesso ME DEVO ALLENA PESANTE!!!!!!!!!!!!! Un abbraccio coach!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mer Ott 29, 2014 11:44 am

A seguire la locandina dell'evento  lol!



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
powerlilly

avatar

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 21.09.10
Età : 43
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mer Ott 29, 2014 1:28 pm

Mi avete fatto venire gli occhi lucidi! Veramente emozionante!
Complimenti ad entrambi per il lavoro svolto ed i risultati ottenuti!
Continua così Poweryoung! Lo sai che te devi allenà pesante! Daje! rock
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
LadyTerry

avatar

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 05.10.11
Età : 50
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mer Ott 29, 2014 2:05 pm

Grazie Giovanni....bellissimo e commovente resoconto sul nostro Trabax; si sente che l'affetto è tanto e questo ci inorgoglisce molto nel pensare di avere una persona come te a seguirci Very Happy
E tu Andrea sei una forza della natura .....è vero!! Sei sempre venuto in "tana" anche dopo l'infortunio. Venivi e stavi con noi.
Il giorno prima dell'operazione avevi una faccia tesa da morire, comprensibile....
Dopo l'operazione sei ritornato subito in "tana" e raccontavi, parlavi e forse speravi!!!
Ma ancora era presto anche solo per pensare a rientrare, anche perchè nella testa la paura rimane e ti segna.
Poi piano piano un barlume di speranza.....fino ad arrivare ad una Coppa Italia attrezzato e con carichi "pesanti"....
Sei un grande, ma per te credo che fosse fondamentale "Esserci" e lottare con i tuoi limiti e le tue paure.
Hai portato in pedana una GRANDE forza....
una forza che va al di là dei carichi sollevati ......è quella forza che hai dentro e che nessuno ti potrà portare via.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Power Nubret

avatar

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 29.10.14
Età : 34

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mer Ott 29, 2014 3:39 pm


A dir poco emozionante... dopo il mio esordio trovo queste parole per un compagno di squadra motivanti e di buon proposito per il futuro.

Grande Mister! Grande Trabax!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Poweryoung



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 13.03.13
Età : 26

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Mer Ott 29, 2014 7:50 pm

Oddio che spettacolo la locandina ahahahahahahah questa me la devo stampare assolutamente e la incornicio affianco a quello che mi hai scritto ieri =) =)
Ragazzi siete favolosi e sapere di avere gente come voi al mio fianco mi rende fiero e orgoglioso!!! Vi voglio bene toniciiiiiiiiiiiii
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Gio Ott 30, 2014 10:46 am



Circa due secoli prima della nascita di Cristo, un uomo destinato ad essere considerato dalla storia come uno dei più abili strateghi e valorosi condottieri di ogni epoca partì da Sagunto, in Spagna con al seguito uomini, cavalli e 37 elefanti, oltrepassando i valichi dei Pirenei e delle Alpi, per calare quindi in Italia trascinando indomito tale pesante e inimmaginabile seguito.
Era un generale e politico cartaginese della stirpe dei Barca (Barak) e il suo nome, che dovunque incuteva terrore e ammirazione, era:

ANNIBALE    affraid



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Oltre due millenni dopo, nella ben più modesta e tranquilla tana dei Tony's Cool , un altro uomo silenzioso ed austero, munito di uno spartano carrello di provenienza powergear, trascinava indomito, dal ripostiglio al rack quintali di ghisa, come fossero recalcitranti elefanti, per raggiungere quella "gabbia" e quella pedana dove, secondo i casi, avrebbe dovuto sollevare caparbio oltre 2 quintali, con calcolata lentezza ma altrettanto risoluta e inarrestabile forza motrice.
Tali caratteristiche meritarono nei suoi confronti il doppio epiteto che, fiero, avrebbe sfoggiato sulla divisa tonica:

ANNIBALE  ARGANO   elephant

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]




_______________________

Ho conosciuto Maurizio (ormai passato appunto alla storia con lo pseudonimo punico di Annibale Twisted Evil ) neppure un anno fa.
Un mio collega istruttore mi aveva segnalato questo distinto signore che amava trastullarsi con 8 ripetizioni di stacchi a gambe semi flesse, con 140/150 chili, prima di svolgere del lavoro cardio su di un tapis roulant; mi diceva di aver cercato di convincerlo ad unirsi al mio gruppo anche per rendere meno monotoni e più stuzzicanti i suoi pur sostanziosi allenamenti ma di aver trovato parecchie resistenze: forse l'età non più giovanissima, magari l'incertezza di integrarsi in un team oppure il dubbio di non essere adeguato alle tipologie di alzate ed alle relative tecniche di esecuzione richieste.
Finalmente ci presentano e ogni remora è lasciata dietro le spalle.
Nell'approssimarsi delle vacanze natalizie svolgiamo un mini ceck sulle 3 lifts ed il massiccio Maurizio (all'epoca ancora nomatosi come registrato all'anagrafe) mostra una forza di base veramente eccellente per chi, pur allenato in palestra, aveva ben poca confidenza con le alzate ed i regolamenti del powerlifting.
Tra tutto colpisce lo stacco, che lui era solito effettuare in modalità non agonistica e con le fascette alle mani e dove invece, abbandonato ogni orpello ed ausilio ed in stile convenzionale puro, raggiunge subito i 200 chili.

Iniziamo così un programma di allenamento completo, ponendo tuttavia come obiettivo proprio gli Assoluti di stacco del mese di marzo relativamente al trofeo raw.
Maurizio ha infatti 55 anni e non è facile quindi, con gesti motori radicati negli anni, abitudini inveterate nonchè prevedibili quanto comprensibili resistenze psicologiche, approcciarsi immediatamente all'attrezzatura specialistica.
Al rituale trofeo promozionale FIBAt di deadlift svoltosi a febbraio - che spesso ho utilizzato come occasione di esordio - dimostra progressi immediati fin dal primo mesociclo di allenamento specifico ed un guadagno di oltre 20 chili; il battesimo del fuoco avviene appunto sulla pedana FIPL allorchè, con 240 chili in terza prova, realizza al debutto il record italiano raw nella categoria -105kg. Master II.

Ora il secondo step prevede il passaggio alla gara completa rimanendo ancora ungeared, considerata d'altronde la vicinanza degli impegni.
La competizione ufficiale idonea alla bisogna non può che essere il trofeo FIPL di powerlifting raw, contestuale alla "Coppa Bertoletti" di bench press, che avrà luogo in quel di Genova a metà del mese di giugno.
La tecnica negli esercizi di squat e bench press richiede delle attenzioni ed abilità maggiori rispetto allo stacco, dove la forza fisica può talvolta supplire a qualche lacuna di settaggio.
Annibale ha 6 mesi di allenamento specifico alle spalle, che non sono molti per ottenere totali ingenti ma sufficienti per sperimentarsi, accumulare esperienza, togliersi qualche soddisfazione e stabilire nuovi punti di partenza per percorsi ancora più qualificati e difficoltosi.
I record master II raw nella categoria citata diventano subito i suoi: 190 chili di squat con 200 chili pari in terza prova falliti per indecisione in discesa, 120 chili di panca con un eccessivo salto a 130kg. per il massimale del momento, 245 chili di stacco che migliorano l'exploit di marzo.

Siamo così giunti allo snodo cruciale. Dinanzi a noi una lunga estate senza gare dove potremmo provare gradualmente l'attrezzatura con la Coppa Italia come obiettivo e banco di prova: per se stessi, per la classifica, per i possibili record e per dare una mano al team.
Optiamo, come quasi sempre, per una soluzione relativamente soft, ovvero attrezzatura già usata e collaudata da altri T-boys Laughing:  Jacopo gli da un supercenturion 42 che andrà ristretto di bretelle per staccare efficacemente; Sara gli fornisce un Super centurion 40 per lo squat, che si rivelerà performante insieme all'acquisto di fasce Titanium meno rigide delle THP e dunque ideali per una progressiva abitudine al geared; infine, con riguardo alla panca che notoriamente è la più difficile da gestire equipped, si decide di utilizzare una fin troppo comoda F6 sz.48 originariamente destinata a Dario.

Il momento è topico: alla sua prima gara equipped il prode Annibale deve affrontare alcuni mostri sacri tra i master 2 nazionali, carichi di trascorsi, titoli e record: Venuto, tra i più forti panchisti italiani, il Vice Presidente FIPL e più volte nazionale Bettati, Agostinoni già campione europeo master II 2010, Battisti che detiene il record italiano di stacco da terra ed altri che hanno indossato la maglia azzurra, quali De Carli e Portugalli.
Il nostro Argano tuttavia non è certo tipo da farsi intimidire: modesto ed umile ma determinato e tenace, educato ma orgoglioso ed ostinato, non dimentica nel sub conscio che nelle sue vene scorre quel sangue fenicio che determinò il tramandato valore della gente punica.  study

Lo squat è da manuale: 225kg. in prima prova per la classica entrata coperta, 240kg. in seconda che rappresentava tra l'altro il limite provato in palestra, infine 250kg. che vengono a costituire il nuovo record italiano di categoria. sunny
Nella panca agiamo sulla difensiva: 140kg. in prima prova per pagare dazio ad una maglia troppo larga, poi 145kg. nell'ultimo tentativo, dopo il cambio di calzature e dopo aver ricevuto al secondo round un sacrosanto nullo per fallo di piede. Evil or Very Mad
Lo stacco è l'alzata che conosce meglio e della quale, di conseguenza, ci fidiamo maggiormente: i 240kg. iniziali servono alla sicurezza di essere ufficialmente in gara, i successivi 255kg. vogliono essere un passaggio intermedio per presentarsi ancora relativamente freschi in terza prova.
Adesso i conti vanno fatti con attenzione: in seconda un avversario ha brillantemente alzato 280 chili stabilendo il nuovo record italiano; tentare di batterlo è molto rischioso poichè, in caso di fallimento, data il salto di oltre 25 chili con la prova precedente, rischieremmo di essere risucchiati al quinto posto ed inoltre persino la riuscita del tentativo potrebbe non bastare a stabilire un nuovo record.
Concordiamo che l'unica chance concreta è chiamare 270kg., difficili senza dubbio ma del tutto alla portata del nostro condottiero; ciò, in caso di auspicabile esito positivo, costringerebbe il diretto concorrente a tentare i 300kg. e, nel contempo, terrebbe a distanza chi lo insegue.
I 270 chili salgono con sufficiente margine e portano Maurizio alias Annibale Argano a quota 665 kg., regalandogli il podio dei master II dopo il già conseguito record di squat.  cheers


Gli atleti sono convocati per le premiazioni, l'atmosfera sarebbe festosa, traguardi prestigiosi sono stati ottenuti e una medaglia di bronzo cinge il collo del nostro soldato "Tonyco".
Eppure scorgo sul suo volto un velo di tristezza, una preoccupazione latente, una nota di malcelata malinconia; non posso ancora conoscerne il motivo.
Scende veloce dal podio, una cena frugale in una trattoria dove svela a me ed a Claudius i suoi timori ed il pericolo incombente.  Embarassed
Gli hanno recapitato un messaggio: Scipione, con una mossa a sorpresa, approfittando della sua assenza ha attaccato nella pianura di Zama!  Crying or Very sad  

Annibale deve tornare immediatamente a Cartagine.   azz


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maurizio Straccamore



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 26.03.14

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Gio Ott 30, 2014 11:27 am

Grande Mister,
grazie 1000 delle parole di apprezzamento e complimenti veramente per la fantasiosa e divertente ambientazione dell'avventura in Coppa Italia, veramente notevole, e sopratutto grazie di mettere a disposizione le tue competenze per permettermi/ci di migliorarci !

Poi Annibale .... Certo la prima volta che uscii dal tunnel con il carico di pesi e venni chiamato "Annibale" non avrei mai pensato che si sarebbe arrivato a tanto, ma tant'è ......... perchè mettere limite alla fantasia e ai pesi ???? ....Sebbene pesino ???

Hai descritto direi alla perfezione la mia avventura nel PL e la cosa che veramente mi ha gratificato in questo è di avere incontrato compagni di squadra eccezionali, bravissimi ragazzi e brave persone e lasciatemelo dire, per me questo ha altrettanto valore quanto quello di poter praticare una disciplina fascinosa come il Pl.

Un grazie quindi a tutta la SAP per essere quella che è !!!

Un saluto dal valico
Annibale

PS, sono un poco preoccupato, stà iniziando a nevicare ed ho paura che se non ci sbrighiamo gli elefanti, notoriamente un poco pesanti, possano avere delle difficoltà nel transito del sopranominato valico!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Power Nubret

avatar

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 29.10.14
Età : 34

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Gio Ott 30, 2014 11:29 am


Caro Annibale aggiornaci... quali sono le notizie dal fronte? Torni davvero a Cartagine (??)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
claudius

avatar

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 09.12.11
Età : 49
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Gio Ott 30, 2014 11:55 am

Il nostro "prode narratore" Mister Tony  come sempre riesce a raccontare nei minimi dettagli le grandi "battaglie" dei singoli "Cavalieri del Peso"!!
Il Grande Annibbale Argano ha condotto una battaglia quasi perfetta, 8 valide su 9, portandosi a casa anche una medaglia di guerra.
Non lo dite a nessuno...... ma Annibbale mi ha confidato che sta preparando la prossima battaglia per invadere Trento....... e solo un po' preoccupato per gli elefanti, perché a febbraio farà freddo!
cheers cheers
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maurizio Straccamore



Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 26.03.14

MessaggioTitolo: Trento   Gio Ott 30, 2014 12:52 pm

Caro Claudius,
sei un compagno eccezionale ma, lasciamelo dire, devi migliorare un poco con la strategia ! mai rivelare i piani di invasione !! potrebbero addirittura tramutarsi in trappole se l'avversario predisponesse manovre atte a contrastarci o addirittura per contrattaccare !! ma ormai che l'hai anticipato lo possiamo dire, anche con l'assenso del Mister, si vedrà a Trento chi farà 300 se il freddo o Annibale.

Speriam bene........


Poi per rispondere a Power Nubret, spero che la mia avventura nel mondo del Pl finisca meglio che in passato,http://illiweb.com/fa/i/smiles/affraid.gif, ma di questo non ho quasi dubbi !!!!!!!

Saluti dal valico
Annibale


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
wolf79

avatar

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 22.09.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Gio Ott 30, 2014 6:45 pm

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
power thai

avatar

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 29.10.14
Età : 26
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Gio Ott 30, 2014 9:42 pm

Grande Mister!!!!! Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 12:29 am

power thai ha scritto:
Grande Mister!!!!! Very Happy


grazie Vale, Very Happy
bell'avatar ma appena Chiara e Lisa inviano le foto devi sostituirlo con quella del record di stacco! Exclamation

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 12:34 am

wolf79 ha scritto:


Wolf, quella locandina sarebbe una buona idea per il post su Power Giant .....magari personalizzandola con una leggera modifica Rolling Eyes

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
LadyTerry

avatar

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 05.10.11
Età : 50
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 1:07 pm

Grazie Mister.....bella impresa quella di Annibale Argano (così vuole essere chiamato!!!).
E ora bisogna accompagnarlo a Trento ......tutti e trentatrè........ Very Happy Very Happy Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 3:25 pm



Qualcuno forse avrà letto e ricorderà un mio post dello scorso anno, con annesso video, intitolato:
"Il nostro gigante comincia così".   bounce  

Raccontavo, appunto, che da qualche settimana avevamo in squadra un gigante, specificando che perlomeno lo ritenevo tale in rapporto alla struttura medio leggera della maggior parte dei componenti storici della SAP.
In effetti ultimamente le cose stanno cambiando e la media altezza/peso della squadra si è leggermente alzata ma lui resta senza dubbio il peso massimo.  Surprised  

Riassumo per chi non avesse letto il thread a suo tempo: Dario è un ragazzone (Lady Terry lo definirebbe un "omaccione"  Laughing ) di 25 anni e 192 cm. per un bw intorno ai 115kg.,  con un passato da rugbysta, che ha iniziato ad allenarsi con noi dal settembre dello scorso anno.
Ha giocato a rugby in Garfagnana - la zona dell'alta Toscana da cui proviene - e trovatosi a risiedere a Roma per lavoro, dopo essersi documentato, ha pensato di addentrarsi nelle spirali più oscure e perniciose della forza.  Twisted Evil
In realtà ha lavorato con i pesi già in passato, per la preparazione generale della sua precedente attività sportiva ma chiaramente in modo non proprio correlato alle alzate classiche della nostra disciplina.

Come sono solito, dopo un primo mini  test generale dove ha messo subito in luce uno stacco di 210kg., gli ho proposto un programma base sulle 3 lifts da svolgere per 6 settimane durante le quali, oltre che ad incrementare i carichi, ci saremmo potuti render conto delle tecniche esecutive e di altre caratteristiche che solitamente si riscontrano solo con il procedere delle sessioni di allenamento in pedana.
Al termine del mini ciclo, il nostro powergiant (nick che lui ha poi adottato) ha fatto registrare i seguenti provvisori personali, chiaramente tutti raw e solo cinta in squat e stacco:
squat: 180 / bench: 145 / stacco: 250.

Lo squat è in definitiva l'alzata dai carichi più bassi poichè tale era già inizialmente, con una precaria stabilità in accosciata anche in ragione delle notevoli leve.

A quel post di allora, nella sez. "foto video utenti", facevo seguire il video dell'esecuzione di stacco, che ora vi ripropongo per successivi confronti.
Inizialmente impostato su di una sorta di sumo medio e piuttosto schienato nell'alzata finale, come conseguenza di un limitato periodo di preparazione, è notevolmente migliorato nel corso dei mesi, sia nei carichi che nell'esecuzxione tecnica, come era facile pronosticare per un atleta la cui struttura fisica nonchè la disponibilità e l'impegno negli allenamenti promettevano veloci progressi ed incrementi.
       
questa è stata l'iniziazione del power giant cheers

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Nel febbraio di quest'anno Dario partecipa al suo primo contest promozionale, l'ormai celebre trofeo FIBAt di stacco ove conquista una medaglia di bronzo - che poteva avere altro colore con calcoli di punteggio più oculati - sollevando 270 chili in modalità raw.
In seguito partecipa ad un altro evento promozionale, stavolta di bench press, organizzato sempre dalla FIBAt/CSEN in quel di Manziana, dove porta il proprio massimale raw di panca a 155kg.
L'esordio in FIPL è alle porte ed avviene in gara completa a Genova, in occasione del trofeo raw, come per l'Annibale Argano di cui si è ampiamente parlato Rolling Eyes : in realtà, in quell'occasione Dario non mostra particolari progressi in bench press e nel deadlift, forse pagando lo scotto di un contesto più difficile, selettivo e di lunga durata. La competizione si rivela nondimeno propizia per un test sullo squat raw, che si attesta sui 205 kg.

Il momento topico, che tutti aspettavamo, è anche per lui la Coppa Italia.
Gareggia l'ultimo giorno, di domenica, ed è infatti l'ultimo dei 14 Tony's ad esibirsi sulla prestigiosa pedana; ha quindi l'opportunità di essere seguito oltre che da uno stremato master Tony anche da Damiano/Powerchef - che ha gareggiato il giorno prima con esiti non felici, pur sfoggiando uno stacco di assoluto rilievo - e che si rende disponibile per fasciare il nostro Golia.
Dario in effetti continua ad essere parzialmente geared: nello squat indossa solo delle fasce con le quali terminerà con i 225kg. della seconda prova, salendo di ben 15kg. in terza prova e fallendoli di poco; è completamente unequipped in bench press, dove inanella una splendida terna di 150/155/160kg. con il raggiungimento del tetto personale di panca.
Il deadlift è l'unica alzata in cui gareggia geared, grazie ad un Metal prestatogli da Jacopo, la cui bretella dx tuttavia si scuce in riscaldamento, creando non poche preoccupazioni di assetto iniziale e possibile asimmetria e scarsa performance in chiusura.
Powergiant arriva però allo stacco in forma invidiabile: tranquillo, concentrato, apparentemente isolato da un evento agonistico dove l'esuberanza altrui la faceva da padrona ma che sembrava solo sfiorarlo e riguardarlo marginalmente, Dario entra in gara con 265kg. che mostrano subito un margine molto ampio.
L'esecuzione pulita autorizza un salto in avanti consistente, cosicchè in seconda prova chiamiamo i 280 chili, come vedete nella foto.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Un rapido scambio di occhiate tra me e Damiano e parte la mia domanda esplorativa nei confronti dell'interessato: "andiamo a 290 o vuoi rischiare di più?" Question  Power Leonida non ha dubbi e, come da cinematografico copione, risponde tosto: "ma dai, facciamo 300, tanto che ho da perderci?" Shocked
Nulla in effetti, la classifica non è nei nostri obiettivi e le "3 piotte" si configurano stuzzicanti e premianti di un intero anno di sforzi "stacchistici".
Nel 1° gruppo dei seniores + 93kg. solo lui si accinge a quell'impresa; il vociare degli altri atleti, disinteressati fino a quel momento alla sua prestazione, si affievolisce; chi è questo enorme felino venuto dal nulla doraemon  che, con passo felpato e l'espressione di chi non ha ancora ben capito cosa ci fa da quelle parti, vuole staccare da terra un carico che per molti è l'ambizione di un'intera carriera?

Come in un attimo Dario fa tesoro di tutto ciò che puntualmente gli viene contestato nei workouts: questa volta l'assetto è giusto, spinge con i piedi e non da il colpo con i lombari, non perde il bilanciere avanti, non spezza il movimento, non schiena, non pretende di fare tirate allo sterno con 3 quintali.
L'arbitro da il "giu", si accendono le luci bianche e sono 300, come quelli gloriosi di Leonida o quelli altrettanto valorosi e sfortunati del risorgimentale Carlo Pisacane.

La Selezione tonica si conferma così come un'autentica fucina di forti deadlifters: a Powerchef, Hencas, biker, Annibale, Donna Sara e Powerlilly si aggiunge ora Power Giant e lo fa in una posizione di assoluto rispetto.
Anche in questo caso purtroppo la premiazione finale risulta disturbata: squilla il mio cellulare, mi chiamano alcune case di produzione cinematografica, insistono, mi fanno presente che Sparta ha ceduto i diritti ed ora vogliono la coppia Powerchef & PowerGiant in co starring per il remake di:

300  ..... prepariamoci a staccare!! downunder rope scroll  

                  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...


Ultima modifica di Tonymusante il Ven Ott 31, 2014 8:59 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
powerlilly

avatar

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 21.09.10
Età : 43
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 4:01 pm

Mister! Very Happy Qui si ripassa la storia col nostro Annibale Argano e si va al cinema con Powerchef e PowerGiant! Very Happy
Bellissimo anche questo resoconto! cheers
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
wolf79

avatar

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 22.09.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 4:11 pm

lol!  lol!  lol!

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
powerlilly

avatar

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 21.09.10
Età : 43
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 4:12 pm

Wolf.... Muoio! Laughing Laughing Laughing
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Poweryoung



Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 13.03.13
Età : 26

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 4:51 pm

Ragazzi scusate non capisco ma questo forum riguarda il powerlifting oppure l antica storia?????
ah dimenticavo .....coach Tony mi permetto di dirle che lei a mio avviso doveva fare lo scrittore!!!!!! Ahahahahahah
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   Ven Ott 31, 2014 9:36 pm

grazie a tutti ragazzi Very Happy

@Poweryoung: lo so, Andrea, hai ragione, nello scrivere di sport risento di reminiscenze antiche ma, dopotutto, "historia magistra vitae".



Ed ecco l'atteso video dei famigerati 300 di stacco: bounce


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: XIV Coppa Italia di powerlifting   

Tornare in alto Andare in basso
 
XIV Coppa Italia di powerlifting
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» [Coppa Italia] Monopoli - Andria 2-0
» [Coppa Italia Dilettanti] Fidelis Andria - Trani: 2-0
» Come funziona la coppa italia?
» X Coppa Italia di Powerlifting 29-30-31 Ottobre
» XIV Coppa Italia di powerlifting

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Powerlifting Italia Forum :: Powerlifting Italia Forum :: Meets and Events-
Andare verso: