Forum ufficiale della FIPL, Federazione Italiana Powerlifting
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Ibis et Redibis

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Ibis et Redibis   Mer Set 20, 2017 9:02 am



IBIS ET REDIBIS


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



La convocazione con relativa comunicazione sul sito ci giunge inattesa.
Surprised
Pur consapevoli di un bel Campionato Classic condotto a termine da Silvia, in arte sportiva PowerW8, con medaglia d’argento e record italiano senior di bench press nella categ.   -57kg., avevamo comunque ben presenti alcuni capisaldi posti alla base delle precedenti chiamate in maglia azzurra:  la partecipazione obbligata a due gare complete per l’equipped oppure, per quanto concerne il raw, al Classic e ad una gara di specialità entrambe da considerare svolte nella stagione in corso; la WEC riservata a coloro che non avessero preso parte agli Europei open, la non coincidenza di due gare internazionali nella medesima stagione agonistica, mondiali esclusi.

Tali requisiti ora venivano del tutto disattesi e, per di più, con la stagione in corso d’opera, in maniera alquanto disordinata, forse discutibile e senza alcun preavviso alle società affiliate, come da consuetudine finora rispettata.

Non che la convocazione non costituisse in se motivo di orgoglio e soddisfazione, beninteso, ne' che i meriti non apparissero fondati e avvalorati dai risultati, tuttavia quel che costituisce merito legittimo e gratificazione personale prescinde da valutazioni che, per nostra formazione culturale e maturazione giuridica, scaturiscono da un’osservanza di regole, principi e procedure alla base di una corretta amministrazione di politica federale e di rapporti con affiliati e tesserati.

Silvia aveva partecipato a quasi tutte le competizioni FIPL e nessuna obiezione in quest’ambito la riguardava, a differenza invece di altre situazioni ma aveva nel contempo disputato gli Europei Classic open in Danimarca, come del resto altri atleti ora convocati.
Rolling Eyes

Passato il primo momento di sorpresa e accantonate le perplessità generali nel merito e sul metodo, di cui non eravamo peraltro responsabili, occorreva assumere decisioni risolute e ravvicinate.

La ragazza, convinta di gareggiare ad ottobre in Coppa Italia, aveva prenotato un viaggio di 3 settimane in Canada nel mese di agosto, prima di affrontare gli ultimi preparativi per la discussione della tesi in medicina prevista per la fine di settembre.
Qualcosa andava modificato e, in ogni caso, le priorità dovevano coincidere senza intoppi.

Nel dubbio che sempre accompagna l’umano pensare, da quello più teoretico e filosofico di Agostino fino al drammatico dell’Amleto di Shakespeare, decido di interpretare gli aruspici e propendo di affidarmi all’oracolo, forse ultima spes a fronte del descritto imprevedibile accaduto, al fine di pervenire alla decisione più saggia e opportuna .    
lol!


Sicché, tacitamente, mi reco al sito di Cuma dell’antica Magna Grecia, nei pressi del lago Averno ove avea dimora l’omonima Sibilla, la settima delle dieci presenti nella lista di Varrone, nota per aver accompagnato il viaggio dell’eroe Enea nella Commedia dantesca.
rendeer
Appropinquatomi alla tetra spelonca, chiedo lumi alla sacerdotessa di Apollo circa l’eventualità di recarmi per la terza volta ad Hamm in Lussemburgo, in occasione della WEC 2017.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



Famoso era il responso - riportato nel Chronicon dal monaco cistercense Alberico delle Tre Fontane – della vergine vestale che, interrogata dal soldato ansioso di conoscere l’esito della sua perigliosa missione, ambiguamente declamava:
“ ibis et redibis non morieris in bello “ ,
pronunciato senza alcun segno di punteggiatura e che poteva leggersi:
andrai e ritornerai, non morirai in guerra” o ancora, in considerazione della possibile diversa apposizione della negazione in latino, “ andrai e non ritornerai, morirai in guerra”.

Similmente, nei miei confronti, la voce lontana di colei che chiese l’immortalità dimenticandosi l’eterna giovinezza e destinandosi così ad un invecchiamento progressivo perenne, dispettosamente si esprime:
“ibis redibis numquam peribus in Hamm”.
Twisted Evil

Costernato, se il significato dell’allocuzione fosse “andrai e tornerai, non perirai ad Hamm” o “ andrai e non tornerai, perirai ad Hamm”,  opto per la soluzione più rischiosa concentrandomi sul vocabolo iniziale “ibis”, che pare esortativo e sembra l’unico sul quale non sorgano dubbi.

Tosto si rompono gli indugi, accettiamo la convocazione e diamo mandato per la prenotazione nel Granducato presso l’hotel il cui nome suona quale angosciante profezia: IBIS.
Shocked


La breve estate scorre quindi veloce, in quanto Silvia, atleta volitiva e persona determinata, risoluta e tenace a dispetto di un’apparenza gentile e aggraziata, frutto di un’educazione superiore, non si perde mai d’animo. Dopo il mese di luglio, trascorso  ad allenarsi nella Center Line, contatta le più importanti palestre delle principali città canadesi tappe del lungo tour programmato: Vancouver, Ucluelet, Canmore, Hinton, Edmonton e così via; seguono video che varcano puntuali l’Oceano, impressioni, note, considerazioni ed esposizioni di dubbi quasi quotidiani, che consentono una preparazione intercontinentale del tutto simile a quella che avrebbe svolto sul suolo romano.

Gli ultimi 20gg. li dedichiamo a provare le entrate, a risolvere piccoli problemi, a rifinire la tecnica, a mantenere soddisfacente il volume.


Mercoledì 13 settembre si decolla per Bruxelles insieme a Matteo/PowerDental, noto odontoiatra di Roma nord, atleta FIPL della -83kg., compagno della nostra Silvia, perfettamente calato nelle vesti di Assistant Coach e dunque legato allo stesso filo della nostra incerta avventura.

Quella sera infatti attraversiamo la soglia dell’Ibis, affinché la profezia possa compiersi.
Immantinente nella hall incontriamo Linda Signorini, forte atleta della -52kg., che gareggerà nello stesso gruppo di PowerW8, accreditata di un probabile bronzo e che il giorno dopo lo speaker, mostrando un atteggiamento molto “social”, si ostinerà a chiamare in pedana con il nick di Signorina Lindi.
Laughing  

Al suo fianco è il di lei inseparabile mentore, coach Adriano Stabile, immedesimato nel ruolo di rappresentante ufficiale del Team Italia e come tale costantemente in divisa azzurra della Nazionale, così da farci riconoscere, salutare ed omaggiare in ogni sito del Lussemburgo meta del nostro pellegrinaggio e guadagnandosi alfine, a pieno merito, il dovuto appellativo di PowerPatriot.
Cool


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



Per la cena della vigilia Silvia non ha certo problemi di peso, dopo il transito dalla -52 alla -57kg. e di conseguenza si mette alla ricerca di succulenti ristoranti dal nome stuzzicante la fantasia e l’appetito. Tra tutti, spicca nel google il  “Delirio Culinario”,  che si rivelerà poi essere tale, come un miraggio per naviganti muniti di navigatore, non solo per le specialità di ovvia derivazione italiota ma pur anche per il menu decisamente esoso nella lista esposta all’esterno del locale.

Ancora non consci di una simile trappola, ci avviamo per un avventuroso percorso verso la meta gastronomica indicata, lungo un cammino intricato ed incerto, che subito si appalesa a metà tra un tortuoso labirinto di Dedalo, carente tuttavia di filo d’Arianna ed un oscuro presagio della ricordata e temuta Sibilla.

Arrivati in loco e preso atto del menu italo gallico, sembra a tutti preferibile indirizzare altrove gli sforzi atti a placare i morsi della fame. Cionondimeno, lo scaltro  navigatore, interpellato in proposito, fornisce indicazioni che risultano evidentemente scaturite dall’identica fonte sibillina dell’oracolo e così si esprime sulla nuova meta:  “ 5’ in macchina oppure 5’ a piedi ” , lasciando noi invero attoniti e meditabondi su come fosse possibile, nell’antichità come adesso, impiegare eguale spazio temporale per coprire il percorso in maniera pedestre o mediante veicolo rotante.

L’enigma si svela in breve allorché, dopo vorticoso giro in macchina della durata appunto di 5’ circa, ci ritroviamo al punto di partenza, quasi una freccia di Zenone destinata a non centrare l’obiettivo, mentre il navigatore nuovamente interpellato beffardo si esprime: “ ora 5’ a piedi da dove siete” !!  
What a Face

Trafelati, sotto una pioggia battente giungiamo alfine al desiderato punto di ristoro ove, a dire il vero, la cena si gusta ottima e la compagnia del duo del Powerlifting Castiglione decisamente piacevole, sicché la serata trascorre divertente, ulteriormente allietata dal cameriere di colore che, senza affatto conoscerci, ci domanda sul contest al quale prenderemo parte, di certo ispirato dalla presenza azzurrata ed ostentata dell’indomito PowerPatriot.


Non finiscono però qui le nostre peripezie. Il viaggio di ritorno verso l’albergo, funestato dalle intemperie in analogia a quello del menzionato eroe troiano, ci riporta finalmente ad un hotel Ibis, in tutto e per tutto simile al nostro, ivi compreso l’attiguo Ibis Budget e come tale capace di ingannare quasi estrinsecazione di una Circe ammaliatrice, se non fosse per un particolare del tutto insignificante: l’assenza del limitrofo aeroporto.
Insomma, siamo finiti a Lussemburgo Sud, nella direzione opposta della fortunatamente piccola Capitale ed ancora una volta si rivela ed avvera in tutta la sua ineluttabile fatalità la profezia della Sibilla: Ibis et redibis, cioè andrai e tornerai all’Ibis…..senza specificare  astutamente quale.
Razz

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ora, alcuni dei pochi lettori sopravvissuti alle mie intemperanze dialettiche vorrebbero forse pure apprendere notizie della gara di Silvia?  Question Ebbene intendo accontentarli, questa volta con le aride cifre che, nella fattispecie agonistica, valgono più delle fatue parole, benché queste ultime possano rendersi utili ad imbastire un racconto che mi auguro diverso da quello che altrove, in innumerevoli topic, avrete senza dubbio già letto con riguardo alla WEC.
study  
PowerW8 alias PowerMap  chiude lo squat con 117.5kg., +5 rispetto al proprio PR del mese di giugno, dopo una seconda prova sprecata per falsa partenza; la panca si attesta a 70kg., che di fatto ribadiscono il risultato del Classic; lo stacco, in costante ascesa, raggiunge i 147.5kg., contribuendo alla realizzazione di un totale pari a 335kg., 7kg. oltre il precedente di 3 mesi or sono, il secondo italiano di sempre nella categoria -57kg. raw, 37.5kg. in più della scorsa WEC, quasi 50kg. oltre il Campionato Classic 2016.
bom
Con questi risultati Silvia si conferma per posizioni conseguite, esperienza internazionale acquisita e punteggi wilks raggiunti una delle 7 o 8 powerlifter più forti nel panorama nazionale, tra coloro che hanno scelto l’assetto raw e tutto ciò a meno di 2 anni dal suo debutto nelle competizioni FIPL, dimostrando al tempo stesso affidabilità e serietà, non solo per la capacità di farsi trovare nella condizione ideale in competizione e quindi di ottenere con costanza i risultati migliori nei momenti topici ma pure per la garanzia di rispondere presente nelle circostanze in cui viene chiamata in causa.  
bounce


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Con pari intensità con cui abbiamo atteso trepidanti l’esito di questa avventura, la stessa si è repentinamente consumata, il breve viaggio in macchina ci riconduce a Bruxelles via Arlon, per il pernotto con visita all’Eglise Saint Donat e da lì il volo verso Roma Fiumicino.

Mi corre già obbligo pensare ai Mondiali Master in Svezia, dove seguirò Donna Sara, alla successiva Coppa Italia in quel di Levico e al Criterium FIBAt di novembre, che si annuncia denso di novità tecniche nonché laborioso nella sua progettazione ed allestimento.

Silvia sull’aereo ha messo alle spalle la WEC e chiede in merito ai prossimi programmi, a cosa punteremo adesso, dove andremo.
Forse sarò nuovamente costretto ad interrogare l’oracolo, mentre dietro di me il cielo e le nuvole mutano il panorama, mi invitano a guardare oltre senza però dimenticare, anzi, facendo tesoro delle esperienze trascorse.
sunny


Come tutto ciò che si è desiderato con ardore sembra spegnersi e concludersi in poco volgere di tempo, allo stesso modo:

“ così la neve al sol si disigilla,
così al vento ne le foglie levi
si perdea la sentenza di Sibilla ”

(Dante – Paradiso, canto XXIII, 64/66)


sibillinamente vostro,
Tonymusante
cheers

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
lazy



Messaggi : 898
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 40
Località : PT

MessaggioTitolo: Re: Ibis et Redibis   Ven Set 22, 2017 10:29 am

Maremma Tony, allucinante Shocked , stavolta hai fatto un intreccio da far girare la testa e ho sbattuto il muso contro la mia ingoranza Crying or Very sad
Detto questo, complimenti alla lifter!

OT: ti pensavo l'altra sera quando mio figlio, di quattro anni e mezzo, mi ha chiesto:
"babbo, mi dici che cos'è la bomba Tonyca?".... Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: Ibis et Redibis   Ven Set 22, 2017 11:10 am

lazy ha scritto:
Maremma Tony, allucinante Shocked , stavolta hai fatto un intreccio da far girare la testa e ho sbattuto il muso contro la mia ingoranza Crying or Very sad
Detto questo, complimenti alla lifter!

OT: ti pensavo l'altra sera quando mio figlio, di quattro anni e mezzo, mi ha chiesto:
"babbo, mi dici che cos'è la bomba Tonyca?".... Very Happy


.....una bomba atomica lanciata da un Tony Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Ibis et Redibis   

Tornare in alto Andare in basso
 
Ibis et Redibis
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ibis mojo usata
» telaio IBIS MOJO HD

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Powerlifting Italia Forum :: Powerlifting Italia Forum :: Meets and Events-
Andare verso: