Forum ufficiale della FIPL, Federazione Italiana Powerlifting
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 avambraccio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
micio--87

avatar

Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 30
Località : Lecce

MessaggioTitolo: avambraccio   Mer Nov 24, 2010 11:59 am

Ciao a tutti,come posso risolvere il dolore all'avambraccio destro?
Ha iniziato a farmi male un mese fa' quando facevo il curl,però riuscivo a mantenere il dolore,poi di colpo ha iniziato a farmi male perennemente.Ieri ho iniziato un nuovo ciclo ed ho il curl 5*5,ho dovuto aumentare i carichi sensibilmente solo che prima mi faceva male solo quando lasciavo il bilanciere,ora mi fa' male prima durante e dopo ma ad un livello quasi atroce nelle ripetizioni.Il fatto che non mi spiego e che dopo,ho fatto le trazioni alla sbarra impugnatura inversa sempre 5*5 con 40 kg attaccati sotto e l'avambraccio non mi ha dato nessun fastidio.Non ho mai usato pomate o cose del genere,che devo fare?Grazieeeee
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
°°sOmOja°°

avatar

Messaggi : 1922
Data d'iscrizione : 07.09.10

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Mer Nov 24, 2010 2:18 pm

ciao micio, probabilmente ti sei beccato una bella tendinopatia dei flessori dell'avambraccio.
sono condizioni che si presentano quando lo stress (e i danni) tendineo è superiore alle capacità di recupero dei tessuti.

cosa fare?
ti servirebbe qualche giorno di stop, a questo puoi associare la terapia con antiinfiammatori (per i primissimi giorni.. eventualmente anche cerotto o pomata) e la terapia con ghiaccio (es. 10 min x 3 volte al giorno)
ricomincia poi ad allenarti evitando tutti i movimenti che ti causano dolore ("regola del non dolore")
solo successivamente potrai re-inserire il lavoro con i curls (o altri esercizi che adesso ti causano fastidio)

quanto tempo stare fermi? per quanto tempo evitare i curls? dipende da quanto hai aspettato prima di decidere che ti sei fatto male (e quindi hai pensato bene di comportarti di conseguenza)

il problema è: perchè ti sei fatto male?
evidentemente c'è qualche cosa che non va nell'organizzazione dei tuoi allenamenti o nelle tue esecuzioni, cerca di risolvere fondamentalmente questo aspetto altrimenti si ripresenterà in futuro

se mi posso permettere poi qualche consiglio:
- non esagerare con i curls (soprattutto quelli con bilancere dritto)
tra l'altro se sei un aspirante powerlifter non è fondamentale essere fortissimi in questo tipo di movimento.

- stai attento alla posizione delle mani durante le distensioni (es. panca piana)
evita di iperestendere dorsalmente (a mò di acceleratore della moto)

- acquista dei buoni polsini, a volte sono davvero preziosi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Leviatano89

avatar

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 28
Località : ramingo su Miðgarðr

MessaggioTitolo: MESSAGGIO DI MODERAZIONE   Mer Nov 24, 2010 2:23 pm

Ho spostato in questa sezione dato che non era molto attinente in "powerlifting training".

Purtroppo devo fare il rompicoglioni, per regolamento sono vietate discussioni di carattere medico, quindi lasciamo fuori eventuali terapie (data l'ufficialità del forum, non vorremmo che poi qualcuno dicesse "eh, l'ho letto sul forum FIPL") e cerchiamo di restare più possibile in ambito allenamento, cioè concentriamoci sull'ottimo intervento di Somoja:

°°sOmOja°° ha scritto:

il problema è: perchè ti sei fatto male?
evidentemente c'è qualche cosa che non va nell'organizzazione dei tuoi allenamenti o nelle tue esecuzioni, cerca di risolvere fondamentalmente questo aspetto altrimenti si ripresenterà in futuro

se mi posso permettere poi qualche consiglio:
- non esagerare con i curls (soprattutto quelli con bilancere dritto)
tra l'altro se sei un aspirante powerlifter non è fondamentale essere fortissimi in questo tipo di movimento.

- stai attento alla posizione delle mani durante le distensioni (es. panca piana)
evita di iperestendere dorsalmente (a mò di acceleratore della moto)

- acquista dei buoni polsini, a volte sono davvero preziosi.

Ovviamente finché si tratta di dire "ghiaccio+riposo" non c'è nulla di contro il regolamento, cerchiamo dunque di capire perché è sorto questo problema e quali errori nell'allenamento sono stato commessi, ma non andiamo oltre.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://prudvangar.wordpress.com/
micio--87

avatar

Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 30
Località : Lecce

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Mer Nov 24, 2010 5:39 pm

°°sOmOja°° ha scritto:
ciao micio, probabilmente ti sei beccato una bella tendinopatia dei flessori dell'avambraccio.
sono condizioni che si presentano quando lo stress (e i danni) tendineo è superiore alle capacità di recupero dei tessuti.

cosa fare?
ti servirebbe qualche giorno di stop, a questo puoi associare la terapia con antiinfiammatori (per i primissimi giorni.. eventualmente anche cerotto o pomata) e la terapia con ghiaccio (es. 10 min x 3 volte al giorno)
ricomincia poi ad allenarti evitando tutti i movimenti che ti causano dolore ("regola del non dolore")
solo successivamente potrai re-inserire il lavoro con i curls (o altri esercizi che adesso ti causano fastidio)

quanto tempo stare fermi? per quanto tempo evitare i curls? dipende da quanto hai aspettato prima di decidere che ti sei fatto male (e quindi hai pensato bene di comportarti di conseguenza)

il problema è: perchè ti sei fatto male?
evidentemente c'è qualche cosa che non va nell'organizzazione dei tuoi allenamenti o nelle tue esecuzioni, cerca di risolvere fondamentalmente questo aspetto altrimenti si ripresenterà in futuro

se mi posso permettere poi qualche consiglio:
- non esagerare con i curls (soprattutto quelli con bilancere dritto)
tra l'altro se sei un aspirante powerlifter non è fondamentale essere fortissimi in questo tipo di movimento.

- stai attento alla posizione delle mani durante le distensioni (es. panca piana)
evita di iperestendere dorsalmente (a mò di acceleratore della moto)

- acquista dei buoni polsini, a volte sono davvero preziosi.


Grazie infinitamente per i consigli...farò come dici,proverò prima con i pacchi di ghiaccio.Sicuramente mi sono fatto male perchè ho sbagliato l'approccio a questo tipo di esercizio.Siccome era a scalare x3 ed ho iniziato a farlo dopo un mese di allenamento il mio istruttore mi ha detto di andarci piano con i carichi all'inizio ed io sicuramente sono andato un pochino oltre le possibilità.Il curl lo faccio solo una volta a settimana,quindi proverò con il ghiaccio e martedì prossimo vedo come andrà l'approccio...veramente gentile grazie ancora!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Gio Nov 25, 2010 9:06 am

un consiglio "extra medico", che ti posso dare per quando ti sarai ripreso, è di evitare o limitare al massimo programmi ad alte intensità di carichi (e quindi a basse ripetizioni) in esercizi che coinvolgono gruppi muscolari piccoli, come curl per avanbracci o bicipiti e alzate laterali delle spalle.
Questo perchè, data la ridotta densità muscolare dei gruppi o fasci coinvolti, i relativi tendini sono meno protetti e supportati e l'infiammazione è dunque più facile, molto più lenta ad essere assorbita e il dolore, inoltre, ti può disturbare anche durante movimenti semplici o situazioni ordinarie nella giornata, impedendoti parecchi esercizi, dal momento che le braccia intervengono sempre - sia pure in modalità diverse - negli allenamenti del tronco.
La prima tendinite acuta della mia storia sportiva la presi molti anni fa quando, nell'intento di potenziare le spalle, facevo le alzate laterali monoarticolari per la sezione mediana dei deltoidi in 3x3, con carichi evidentemente molto più alti del mio solito.
Da allora, analizzati e studiati i motivi, nei protocolli di allenamento per i miei atleti prevedo sempre serie da 8-12 reps per gli esercizi di isolamento, con qualche singola serie da 6 in taluni casi; le serie da 5/6 reps le riservo per i multiarticolari o per gruppi muscolari più estesi (es. deltoide + trapezio+ tricipite nelle distensioni con manubri), mentre serie da 2 e 3 reps. solo nelle alzate di gara.
Questo, a mio avviso, vale ancora di più su fisici di bassa entità ponderale (cioè piccoli, come siamo io e te Very Happy ) e quindi minor volume di braccia e costituzione asciutta, perchè c'è anche uno spessore inferiore, sia di massa magra che grassa, tra l'epidermide e i tendini; se poi l'atleta è molto giovane ed ha un ridotto curriculum atletico e di base nel potenziamento pregresso, allora il discorso si amplifica ulteriormente.

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Leviatano89

avatar

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 28
Località : ramingo su Miðgarðr

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Gio Nov 25, 2010 9:35 am

Tonymusante ha scritto:
un consiglio "extra medico", che ti posso dare per quando ti sarai ripreso, è di evitare o limitare al massimo programmi ad alte intensità di carichi (e quindi a basse ripetizioni) in esercizi che coinvolgono gruppi muscolari piccoli, come curl per avanbracci o bicipiti e alzate laterali delle spalle.
Questo perchè, data la ridotta densità muscolare dei gruppi o fasci coinvolti, i relativi tendini sono meno protetti e supportati e l'infiammazione è dunque più facile, molto più lenta ad essere assorbita e il dolore, inoltre, ti può disturbare anche durante movimenti semplici o situazioni ordinarie nella giornata, impedendoti parecchi esercizi, dal momento che le braccia intervengono sempre - sia pure in modalità diverse - negli allenamenti del tronco.
La prima tendinite acuta della mia storia sportiva la presi molti anni fa quando, nell'intento di potenziare le spalle, facevo le alzate laterali monoarticolari per la sezione mediana dei deltoidi in 3x3, con carichi evidentemente molto più alti del mio solito.
Da allora, analizzati e studiati i motivi, nei protocolli di allenamento per i miei atleti prevedo sempre serie da 8-12 reps per gli esercizi di isolamento, con qualche singola serie da 6 in taluni casi; le serie da 5/6 reps le riservo per i multiarticolari o per gruppi muscolari più estesi (es. deltoide + trapezio+ tricipite nelle distensioni con manubri), mentre serie da 2 e 3 reps. solo nelle alzate di gara.
Questo, a mio avviso, vale ancora di più su fisici di bassa entità ponderale (cioè piccoli, come siamo io e te Very Happy ) e quindi minor volume di braccia e costituzione asciutta, perchè c'è anche uno spessore inferiore, sia di massa magra che grassa, tra l'epidermide e i tendini; se poi l'atleta è molto giovane ed ha un ridotto curriculum atletico e di base nel potenziamento pregresso, allora il discorso si amplifica ulteriormente.

ottimo consiglio! ahimé l'ho imparato anche sulla mia pelle...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://prudvangar.wordpress.com/
micio--87

avatar

Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 30
Località : Lecce

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Ven Nov 26, 2010 4:37 pm

Tonymusante ha scritto:
un consiglio "extra medico", che ti posso dare per quando ti sarai ripreso, è di evitare o limitare al massimo programmi ad alte intensità di carichi (e quindi a basse ripetizioni) in esercizi che coinvolgono gruppi muscolari piccoli, come curl per avanbracci o bicipiti e alzate laterali delle spalle.
Questo perchè, data la ridotta densità muscolare dei gruppi o fasci coinvolti, i relativi tendini sono meno protetti e supportati e l'infiammazione è dunque più facile, molto più lenta ad essere assorbita e il dolore, inoltre, ti può disturbare anche durante movimenti semplici o situazioni ordinarie nella giornata, impedendoti parecchi esercizi, dal momento che le braccia intervengono sempre - sia pure in modalità diverse - negli allenamenti del tronco.
La prima tendinite acuta della mia storia sportiva la presi molti anni fa quando, nell'intento di potenziare le spalle, facevo le alzate laterali monoarticolari per la sezione mediana dei deltoidi in 3x3, con carichi evidentemente molto più alti del mio solito.
Da allora, analizzati e studiati i motivi, nei protocolli di allenamento per i miei atleti prevedo sempre serie da 8-12 reps per gli esercizi di isolamento, con qualche singola serie da 6 in taluni casi; le serie da 5/6 reps le riservo per i multiarticolari o per gruppi muscolari più estesi (es. deltoide + trapezio+ tricipite nelle distensioni con manubri), mentre serie da 2 e 3 reps. solo nelle alzate di gara.
Questo, a mio avviso, vale ancora di più su fisici di bassa entità ponderale (cioè piccoli, come siamo io e te Very Happy ) e quindi minor volume di braccia e costituzione asciutta, perchè c'è anche uno spessore inferiore, sia di massa magra che grassa, tra l'epidermide e i tendini; se poi l'atleta è molto giovane ed ha un ridotto curriculum atletico e di base nel potenziamento pregresso, allora il discorso si amplifica ulteriormente.


Grazie infinite,farò buon uso di tutto ciò che mi hai scritto!!!!Nella speranza di essere,un domani, simile a te anche in quanto a forza king
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Ven Nov 26, 2010 5:27 pm

micio--87 ha scritto:
.........................................
Grazie infinite,farò buon uso di tutto ciò che mi hai scritto!!!!Nella speranza di essere,un domani, simile a te anche in quanto a forza king


ma io ti auguro di diventare ben più forte! Very Happy

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
micio--87

avatar

Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 30
Località : Lecce

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Dom Dic 19, 2010 11:48 am

Ragazzi,il problema dell'avambraccio è diventato sempre più grave con tutto che ho sospeso l'esercizio dove mi faceva male.Da oggi userò il giacchio e vedo che succede cmq vorrei un consiglio gentilmente.Sto eseguendo un ciclo di forza da 4 settimane,ne mancano solo due alla fine.Panca:

martedì-piramidale
giovedì-eccentriche
sabato-board

giovedì facendo le negative ho sentito tutti i "nervi" delle braccia che mi facevano male.Il dolore è simile a quando si prende un peso senza essersi scaldati bene(infatti per un attimo ho pensato fosse così,ma non era quello il motivo)

ieri mentre aumentavo di peso su panca per scaldarmi ho sentito gli stessi sintomi quando ho iniziato a mettere del peso consistente per le mie possibilità.Parto con il board,faccio le mie ripetizioni ma le braccia finito la serie mi facevano un male cane,ho sospeso gli allenamenti e sono andato a casa(la prima volta che nn mi alleno in quasi 4 mesi)

Io sto pensando sia dovuto al fatto che sto avendo carichi assurdi per le mie possibilità e magari devo dare tempo all'organismo di recuperare.Un mese fa' 90kg di massimale erano un sogno ed ora ho passato i 100kg e di un bel po' anche.Calcolate che ora peso 57kg.Non assumo bcca,ne creatina,ne proteine.Può essere anche questo?Come alimentazione ci sono...

Se è questo il motivo che devo fare?sospendo una settimana?Mi alleno con poco peso?Continuo ad allenarmi normalmente(se ci riesco)?

HELP ME Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Leviatano89

avatar

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 28
Località : ramingo su Miðgarðr

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Dom Dic 19, 2010 12:12 pm

sinceramente ti consiglio di fermarti, ma ben più di una settimana.

Con i gomiti non si scherza, non perché c'è il rischio di morte, non facciamo un sport che arreca infortuni gravissimi (spaccarsi le ginocchia sciando è peggio), ma infortuni pallosissimi.
Per aver insistito su un gomito dolorante mi sono beccato epicondilite + epitrocleite + borsite cronica (un campo di battaglia!) e solo dopo 2 mesi la situazione è cominciata a migliorare e ho ripreso ad allenarmi.

Stacci attento.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://prudvangar.wordpress.com/
Maraz

avatar

Messaggi : 240
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 37
Località : Lodi

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Dom Dic 19, 2010 1:14 pm

Micio--87, per esperienza non ritengo che una settimana possa essere sufficiente a ridurre l'infiammazione al punto da poterci lavorare con gli stessi esercizi di isolamento. Mi sento di consigliarti un periodo di riposo per le articolazione interessate un po' più esteso, considera che anche nel momento in cui passa il dolore (+ o - acuto) in realtà può non essersi risolta completamente la situzione.

Giovanni, sei sempre preciso nelle spiegazioni e generoso di consigli. E' un piacere collaborare con persone come te e mi auguro che in un futuro tu possa avere anche un ruolo più "ufficiale" oltre a quello di Arbitro Nazionale all'interno della Federazione. Wink

Claudio sei veramente disponibile nei confronti di tutti gli utenti del forum e il tuo bagaglio medico-tecnico è molto utile, credo che una volta diventato medico avrai una schiera di "clienti" certi, stufi di andare dal solito medico che quando gli dici "faccio sollevamento pesi" la prima risposta è "devi smettere, è pericoloso, ecc..." soprattutto perchè magari ci vai per togliere una verruca!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
°°sOmOja°°

avatar

Messaggi : 1922
Data d'iscrizione : 07.09.10

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Dom Dic 19, 2010 2:20 pm

aaha! grazie alessio, sei troppo buono!
spero un giorno di poter prescrivere 5x5 di squat a qualcuno Laughing

@micio: il ghiaccio avresti dovuto usarlo subito, ormai è passato quasi un mese
il tuo infortunio non dipende di certo da una carenza di integratori ma probabilmente da un sovraccarico cronico

a questo punto la soluzione più sensata penso sia un periodo di fermo per gli avambracci (eventualmente associato a stretching moolto soft, ghiaccio e\o caldo-freddo)
in bocca al lupo!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Tonymusante
Admin
avatar

Messaggi : 1467
Data d'iscrizione : 06.09.10
Età : 55
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Lun Dic 20, 2010 9:33 am

micio--87 ha scritto:
.........................................
Sto eseguendo un ciclo di forza da 4 settimane,ne mancano solo due alla fine.Panca:
martedì-piramidale
giovedì-eccentriche
sabato-board

giovedì facendo le negative ho sentito tutti i "nervi" delle braccia che mi facevano male.Il dolore è simile a quando si prende un peso senza essersi scaldati bene(infatti per un attimo ho pensato fosse così,ma non era quello il motivo)

................................................
Io sto pensando sia dovuto al fatto che sto avendo carichi assurdi per le mie possibilità e magari devo dare tempo all'organismo di recuperare.......................................................


dal canto mio non posso fare altro che ripetere i consigli che sempre ho dato in tutti questi casi.
Lo hai detto tu che stai facendo "carichi assurdi per le mie possibilità", dunque? Se il carico è assurdo non serve una settimana di riposo o 2 o 3, semplicemente il senso di opportunità dovrebbe suggerire di virare in tempo e cambiare qualcosa.
Non hai ancora un lungo curriculum alle spalle, quindi una conseguente maturità atletica, sei molto giovane e hai dei massimali discreti, in sviluppo, non eccezionali e men che meno, per fortuna, definitivi.
Probabilmente con quella pianificazione (3xweek, eccentriche, piramidale, boards) a breve distanza e condita da complementari pesanti che svolgevi in 5x5, stai effettuando un lavoro sproporzionato alla tua attuale realtà, simile a quello di un atleta avanzato e ultra trenntenne che volesse sfruttare gli anni pregressi e la qualità raggiunta per sbloccare prestazioni in stallo.
Le eccentriche sono un lavoro onerosissimo ed invasivo, se eseguite con logica (altrimenti diventano inutili), che mettono tendini e articolazioni a durissima prova, in particolare se svolte a breve distanza da altri lavori submassimali (tipo piramidali e boards); il mio vecchio maestro mi raccomandava di effettuarne non più di 2 o 3 serie ogni 15gg. in un ciclo di 3 mesi di allenamento da non replicare immediatamente dopo: arrivavo a farle al 130%, però avevo già 35 anni, un PR da oltre 2bw raw ed ero disponibile - data l'età - a rischiare la tendinite Very Happy
Capisco che da giovani e con le attuali possibilità d'informazione si vuole tutto e presto, però il rischio è quello di dover combattere con dolorosi e frustranti infortuni per tutta la carriera atletica, fin dall'esordio e senza raccogliere in concreto quanto si potrebbe.
Le nostre possibilità fisiche sono sconosciute ma non illimitate, quindi precorrere i tempi rischia, nei casi peggiori, di procurare problemi senza perseguire i risultati e, comunque, non consentirà di certo progressioni maggiori nel tempo.
Se con un programma del genere e miracolato dagli infortuni, riuscissi a migliorare la tua panca di 10kg., dopo per metterne altri 10 che fai? Le eccentriche in 6xweek e boards nel latte con i cereali a colazione? Cool
Il mio suggerimento - in linea generale, perchè non si tratta di un programma - è di fissarti un obiettivo agonistico a medio termine da perseguire; pianificare con calma ed insieme a chi, eventualmente, ti segue un lavoro in quella direzione, abbassare i carichi, con la giusta frequenza per ogni alzata e privilegiando il volume a medie e medio alte intensità nella fase iniziale; poi incrementare e svolgere un lavoro qualitativo a percentuali elevate nella seconda fase del periodo in 1xweek ed opportunamente modulati, continuando nelle altre sessioni un lavoro di mantenimento; preoccuparsi precipuamente dell'esecuzione tecnica in tutte le sue forme (di settaggio, di traiettoria, di velocità esecutiva); privilegiare infine sempre le esercitazioni convenzionali sull'alzata ed i relativi complementari, lasciando come episodici e saltuari i mezzi di esercitazione speciale, riservandoli preferibilmente ad un successivo momento di maturazione agonistico atletica graduale.
Trattasi chiaramente solo di indicazioni che puoi valutare come meglio credi e non hanno la pretesa di rappresentare un precetto o un toccasana. Ricordati comunque sempre che, per essere un atleta competitivo, occorre prima preoccuparsi di evitare traumi ed infortuni, ben consci che essi fanno parte del cammino accidentato di un agonista ma evitando perlomeno di far crescere esponenzialmente le possibilità che un prevedibile incidente di percorso possa diventare man mano uno sgradito e costante compagno di strada e di avventura.

In bocca al lupo e goodlift sunny


@MARAZ: grazie Alessio per le tue parole fin troppo generose. Considera che la stima e l'apprezzamento - come ho brevemente accennato nel post "i moschettonici" Laughing nel thread dei campionati di panca - sono da parte mia ampiamente ricambiate nei tuoi confronti per la bravura, passione, competenza ed entusiasmo che dimostri in ciò che fai per il PL.
A presto cheers

_________________
i pesi pesano....non c'è niente che pesi quanto un peso...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
micio--87

avatar

Messaggi : 30
Data d'iscrizione : 26.10.10
Età : 30
Località : Lecce

MessaggioTitolo: Re: avambraccio   Lun Dic 20, 2010 12:17 pm

Ringrazio vivamente tutti per i consigli,non ho nulla da aggiungere perchè avete detto tutto ciò che dovevo sapere Smile ,cmq volevo dirvi che la mia maturità con i pesi cresce in maniera esponenziale grazie a questo forum ...spero di farmi risentire a gennaio con buone notizie Cool
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: avambraccio   

Tornare in alto Andare in basso
 
avambraccio
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Lesione del tendine sovraspinoso + avambraccio!!!
» Pronazione dell'avambraccio sul servizio
» indolenzimento avambraccio in rotazione
» dolori muscolari avambraccio ?
» Dolore avambraccio

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Powerlifting Italia Forum :: Powerlifting Italia Forum :: General Training-
Andare verso: