Forum ufficiale della FIPL, Federazione Italiana Powerlifting
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Migliorare la flessibilità nei femorali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Migliorare la flessibilità nei femorali   Gio Dic 30, 2010 4:43 pm

Ciao a tutti, qualcuno di voi sa come fare a migliorare di parecchio la flessibilità nei bicipiti femorali? E' sufficiente fare esercizi come questo:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Grazie in anticipo a tutti per eventuali risposte.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Leviatano89

avatar

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 28
Località : ramingo su Miðgarðr

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Gio Dic 30, 2010 5:36 pm

per cosa ti serve maggiore flessibilità? Per quanto strana possa sembrare la domanda..
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://prudvangar.wordpress.com/
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Gio Dic 30, 2010 6:02 pm

Vorrei vedere innanzitutto se questa mi può servire per migliorare le mie esecuzioni di stacco e squat. Inoltre perchè io vorrei essere più sciolto muscolarmente nelle gambe dato che mi sento quasi sempre rigido.

Come mai questa domanda?

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Leviatano89

avatar

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 28
Località : ramingo su Miðgarðr

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Gio Dic 30, 2010 6:13 pm

se è per una questione di rigidità è un conto, se era perché non riuscivi ad eseguire correttamente gli esercizi un altro. Stretching come quello che hai postato possono aiutare a livello globale per sentirti meno rigido, non so quanto transfert abbiano poi sugli esercizi
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://prudvangar.wordpress.com/
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Gio Dic 30, 2010 6:48 pm

Per fare uno squat parallelo ho dovuto fare alcuni mesi di ISO sia di GM che di squat e ora ci riesco. Se guardi nel mio diario c'è un mio video di squat così può dirmi se è sufficiente oppure dovrei fare di più e come dovrei farlo.

Invece se volessi migliorare per una questione di rigidità e basta l'esercizio del video basterebbe? E come mi dovrei comportare?

Grazie mille dell'aiuto!




Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Leviatano89

avatar

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 28
Località : ramingo su Miðgarðr

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Gio Dic 30, 2010 7:01 pm

piroMM ha scritto:
Per fare uno squat parallelo ho dovuto fare alcuni mesi di ISO sia di GM che di squat e ora ci riesco. Se guardi nel mio diario c'è un mio video di squat così può dirmi se è sufficiente oppure dovrei fare di più e come dovrei farlo.

Invece se volessi migliorare per una questione di rigidità e basta l'esercizio del video basterebbe? E come mi dovrei comportare?

Grazie mille dell'aiuto!





e la cosa migliore, cioè box squat, non l'hai fatto? Very Happy Potrebbe sicuramente aiutarti fare box con altezze diverse.

Sul come fare ti rimando al mio articolo sullo stretching che è qui nella sezione articoli (in particolare: stretching rilassato), ma come esercizio ti consiglio qualcosa di più comodo da fare a terra, che è importante come leggerai. Cioè questo qui, però da seduto (scusa, non trovo l'immagine)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://prudvangar.wordpress.com/
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Gio Dic 30, 2010 10:13 pm

Per ora mai perché sono ancora a carichi bassi nello squat (max circa 100kg su 62kg di bw). Dal prossimo ciclo magari lo inserisco.

In questi giorni leggo il tuo articolo poi se ho dubbi ti chiedo.

Grazie ancora per l'aiuto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Giuseppecorso



Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 36
Località : Olbia

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Sab Gen 01, 2011 7:39 pm

Lo stretching rilassato non aiuta per niente, la carenza di flessibilità di un muscolo è data da una carenza di forza da un determinato range in poi...quindi sono utili esercizi specifici a basso carico ed alte ripetizioni...ti consiglio il libro Powerflex Stretching di David De Angelis...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://fightingstyle.forumfree.net
Leviatano89

avatar

Messaggi : 959
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 28
Località : ramingo su Miðgarðr

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Dom Gen 02, 2011 10:11 am

con lo stretching rilassato e le EQI ho ripreso completamente mobilità ad una spalla, sono passato da non riuscire a toccare la scapola sinistra col braccio destra (dietro la schiena) a toccarmi la scapola destra stessa.

Un conto è se dici che è inutile in rapporto agli esercizi, cioè se lo usi per migliorare lo squat ad esempio (concordo), un conto se non serve per migliorare la mobilità generale. L'ho provata parecchio sulla mia pelle e sono sempre migliorato Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://prudvangar.wordpress.com/
marcoevfurn

avatar

Messaggi : 206
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 30
Località : Vicenza

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Dom Gen 02, 2011 11:47 am

Giuseppecorso ha scritto:
la carenza di flessibilità di un muscolo è data da una carenza di forza da un determinato range in poi

Scusa ma non ho capito cosa intendi con questa frase, se hai voglia approfondisci! Wink
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Divano

avatar

Messaggi : 460
Data d'iscrizione : 16.09.10
Età : 29
Località : Collegno (To)

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Dom Gen 02, 2011 6:12 pm

Dirò la mia opinione che per quanto possa valere nulla è quella di uno che non riesce a toccarsi le punte dei piedi pur facendo regolarmente stratching due volte a settimana.
Lo stratch per migliorare in un esercizio non serve praticamente ad un cazzo, piuttosto può servire a recuperare e a rilassare il muscolo. Il modo migliore per migliorare in un esercizio è farlo. L'incastro in basso nello squat o nello stacco come nella panca lo si impara solo facendolo e sforzarsi a manterene certe posizioni. Lo stratching non penso priorio aiuti ad esercitare maggior controllo muscolare in certe posizioni dato che lo stratching dovrebbe essere mirato al rilassamento. Anche il box non lo trovo il miglior mezzo perchè nella posizione bassa sei cmq rilassato. Molto meglio degli squat nella buca in iso o con fermo di 4 o 5 secondi con schiena iprestramegastesa di back off e via. Ma secondo me è più sufficente sforzarsi di andare bene giù con schiena dura e tutto il resto.
Molti che credono di avere dei problemi di rigidità in un esercizio hanno molto più probabilmente dei problemi di tecnica.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/endoveinband
marcoevfurn

avatar

Messaggi : 206
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 30
Località : Vicenza

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Dom Gen 02, 2011 11:39 pm

Sono d'accordo in parte su quanto detto da Divano.
Lo stretching non migliora un'alzata se non è quello il fattore limitante. Nel senso:
- se sei un individuo sano, normale e "bilanciato" (intendo a livello muscolare, mettendo dentro tutte quelle piccole asimettrie che ognuno si porta dietro) allora lo stretching non serve, se non per recupero, rilassamento... La flessibilità giusta per l'esecuzioni la raggiungi lavorando solo sulla tecnica e con ripetizioni su ripetizioni.
- se hai degli squilibri dovuti ad un eccessivo accorciamento muscolare (o contratture e retrazioni nei casi più gravi), soprattutto se monolaterale, allora lo stretching porta anche a dei miglioramenti sull'esecuzione. In questo caso lavorerei sia sul sintomo (stretching) che sulla correzione delle cause (tecnica).
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mar Gen 04, 2011 5:24 pm

Divano ha scritto:
Molto meglio degli squat nella buca in iso o con fermo di 4 o 5 secondi con schiena iprestramegastesa di back off e via. Ma secondo me è più sufficente sforzarsi di andare bene giù con schiena dura e tutto il resto.
Molti che credono di avere dei problemi di rigidità in un esercizio hanno molto più probabilmente dei problemi di tecnica.

Con squat nella buca in iso che intendi? Il classico squat con una reps iso nella buca (come quelli che ho fatto fino a qualche mese fa per arrivare a squattare al parallelo) oppure un esercizio diverso?

Per il resto sai come squatto dato che ci siamo pure allenati insieme quindi non penso sia un problema di tecnica (cioè non è perfetta per nulla ma molti hanno detto che ci siamo). Cmq metto qui i video di oggi per farvi un'idea migliore di cosa mi possa servire:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Cmq oggi avevo fastidio alla schiena (sempre nel lato destro della zona lombare) e all'inizio non riuscivo a squattare per nulla quindi sono passato alla panca piana. Dopo aver fatto la panca piana ho provato a squattare di nuovo perché la schiena si era riscaldato e non sentivo più nessun fastidio. Purtroppo suppongo che la "paura" di sentire dolore mi abbia irrigidito i muscoli e purtroppo non sono riuscito a fare l'esercizio come voglio ma ho concluso lo stesso l'allenamento. In questi casi squatto più "tra le gambe" quindi portando avanti un pelo le ginocchia piuttosto che spingere indietro bene i femorali cercando di tenere le ginocchia ferme (che è lo stile che pèiù mi piace). Facendo così però non sento per nulla il coinvolgimento dei femorali nella zona vicino al gluteo e uso di più i quadricipiti perdendo cmq parecchia esplosività. Ora, mentre scrivo e ho finito da 2 ore circa l'allenamento, il fastidio inizia a ripresentarsi quindi il freddo aggrava sicuramente il problema.

Il mio voler migliorare la flessibilità nei femorali è una questione sia di mobilità generale (che cmq mi interessa avere a buoni livelli) che di miglioramento prestativo. Infatti quando inizio a squattare anche con il solo bilanciere scarico mi sento un pezzo di legno, faccio una fatica cane a scendere al parallelo e sento i femorali farmi quasi male ma poi passa il tutto con l'andare avanti dei set allenanti.

Quindi magari per me sarebbe utile migliorare anche la flessibilità della bassa schiena, ma come posso fare? E per quanto riguarda i glutei? Forse mi concentro solo sui femorali tra lasciando altri muscoli che invece sono più importanti. Non so...


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mar Gen 04, 2011 5:29 pm

marcoevfurn ha scritto:
Sono d'accordo in parte su quanto detto da Divano.
Lo stretching non migliora un'alzata se non è quello il fattore limitante. Nel senso:
- se sei un individuo sano, normale e "bilanciato" (intendo a livello muscolare, mettendo dentro tutte quelle piccole asimettrie che ognuno si porta dietro) allora lo stretching non serve, se non per recupero, rilassamento... La flessibilità giusta per l'esecuzioni la raggiungi lavorando solo sulla tecnica e con ripetizioni su ripetizioni.
- se hai degli squilibri dovuti ad un eccessivo accorciamento muscolare (o contratture e retrazioni nei casi più gravi), soprattutto se monolaterale, allora lo stretching porta anche a dei miglioramenti sull'esecuzione. In questo caso lavorerei sia sul sintomo (stretching) che sulla correzione delle cause (tecnica).

Ciao Marco, per arrivare a squattare al parallelo ho lavorato parecchi mesi con le ISO quindi il più del lavoro è fatto.

Il dolore che ho è monolaterale dovuto ad una rigidità lombare ed è per quello che voglio lavorare sulla mobilità e sullo stretching che cmq penso mi possa portare benefici. Però forse oltre che sui femorali mi dovrei concentrare anche sui glutei e sui lombari.

Sotto ci sono i miei video di squat di oggi per farvi vedere la mia esercuzione e mobilità.

Ci sono cmq esercizi che potrei fare prima di iniziare a squattare per scaldare la zona e raggiungere una buona mobilità prima di mettere il bilanciere sulle spalle?

Grazie mille a tutti per l'aiuto!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
marcoevfurn

avatar

Messaggi : 206
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 30
Località : Vicenza

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mar Gen 04, 2011 8:54 pm

A leggere i sintomi potrebbe essere una contrattura.
La zona lombare è una zona delicata, il mio consiglio è quello di farti vedere da un fisioterapista.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mar Gen 04, 2011 11:49 pm

marcoevfurn ha scritto:
A leggere i sintomi potrebbe essere una contrattura.
La zona lombare è una zona delicata, il mio consiglio è quello di farti vedere da un fisioterapista.


E' 10 anni che ne soffro e tutti quelli che mi hanno visitato nel corso del tempo (l'ultimo l'anno scorso) mi hanno detto la stessa cosa: rigidità lombare. Per migliorare tanto stretching e nuoto (mai fatto perché non so nuotare). Purtroppo penso ci dovrò convivere ma cmq volevo cercare di migliorare la mia condizione.

Il dolore cmq mi viene solo con lo squat perché lo stacco per ora non mi da problemi.



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Giuseppecorso



Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 36
Località : Olbia

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 6:27 am

marcoevfurn ha scritto:
Giuseppecorso ha scritto:
la carenza di flessibilità di un muscolo è data da una carenza di forza da un determinato range in poi

Scusa ma non ho capito cosa intendi con questa frase, se hai voglia approfondisci! Wink

Riporto parte della spiegazione di David De Angelis, massimo esperto di stretching in Italia:

La capacità di un muscolo di rilassarsi (e quindi di allungarsi) è direttamente proporzionale alla sua forza: questo significa che, in una determinata posizione di stretching esiste un CARICO applicato alle fibre. Quanto più un muscolo è forte tanto di conseguenza riesce a rilassarsi dato che il muscolo in questione attiva/contrae MENO fibre muscolari/sarcomeri: meno sarcomeri si accorciano meno si ACCORCIA il muscolo allungato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://fightingstyle.forumfree.net
Giuseppecorso



Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 36
Località : Olbia

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 6:32 am

Leviatano89 ha scritto:
con lo stretching rilassato e le EQI ho ripreso completamente mobilità ad una spalla, sono passato da non riuscire a toccare la scapola sinistra col braccio destra (dietro la schiena) a toccarmi la scapola destra stessa.

Un conto è se dici che è inutile in rapporto agli esercizi, cioè se lo usi per migliorare lo squat ad esempio (concordo), un conto se non serve per migliorare la mobilità generale. L'ho provata parecchio sulla mia pelle e sono sempre migliorato Smile

Lo stretching rilassato ti ha aiutato perchè non avevi una mobilità articolare "normale", ovvero eri sottoallenato a livello di mobilità...prova per es a migliorare la tua divaricata frontale col rilassato: stallerai in breve tempo e a freddo sarai sempre "legato", perchè il carico di lavoro è insufficiente a creare un miglioramento...

A me piace lo stretching rilassato solo come metodo per "rilassare" appunto i muscoli, per migliorare la flessibilità ci son tecniche superiori come il PNF e l'AIS per esempio...te lo dice uno che fino a poco tempo fa faceva la spaccata sagittale e quasi quella frontale e che a freddo calciava tranquillamente sopra la testa... Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://fightingstyle.forumfree.net
Giuseppecorso



Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 14.09.10
Età : 36
Località : Olbia

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 6:33 am

Divano ha scritto:
Dirò la mia opinione che per quanto possa valere nulla è quella di uno che non riesce a toccarsi le punte dei piedi pur facendo regolarmente stratching due volte a settimana.
Lo stratch per migliorare in un esercizio non serve praticamente ad un cazzo, piuttosto può servire a recuperare e a rilassare il muscolo. Il modo migliore per migliorare in un esercizio è farlo. L'incastro in basso nello squat o nello stacco come nella panca lo si impara solo facendolo e sforzarsi a manterene certe posizioni. Lo stratching non penso priorio aiuti ad esercitare maggior controllo muscolare in certe posizioni dato che lo stratching dovrebbe essere mirato al rilassamento. Anche il box non lo trovo il miglior mezzo perchè nella posizione bassa sei cmq rilassato. Molto meglio degli squat nella buca in iso o con fermo di 4 o 5 secondi con schiena iprestramegastesa di back off e via. Ma secondo me è più sufficente sforzarsi di andare bene giù con schiena dura e tutto il resto.
Molti che credono di avere dei problemi di rigidità in un esercizio hanno molto più probabilmente dei problemi di tecnica.

Totalmente d'accordo...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://fightingstyle.forumfree.net
Mauro



Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Olbia

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 2:22 pm

Divano ha scritto:
Anche il box non lo trovo il miglior mezzo perchè nella posizione bassa sei cmq rilassato.

Ciao! Smile
Cosa intendi per "rilassato nella posizione bassa"?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Divano

avatar

Messaggi : 460
Data d'iscrizione : 16.09.10
Età : 29
Località : Collegno (To)

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 2:29 pm

Allora P. il tuo squat complessivamente è buono, nulla da dire.
In realtà ad essere rigido sei tu e non i femorali. Mi spiego meglio: esasperi a manetta l'iperestensione lombare si vede anche dall'esperessione che hai ahahah Very Happy
Per il resto prova una cosa: alza un pò di più il bil sul trapezio (nella posizione di partenza in piedi, sei già troppo inclinato) e cerca di ficcare meglio i gomiti sotto i polsi (portarli in avanti). Così facendo dovresti stare più dritto. Poi affonda di più, sei sempre paro e così facendo sviluppi un movimento non proprio completo quindi "rinforzi" delle debolezze o anelli deboli. Se non hai un tacco nella scarpa procuratelo Very Happy
Come squatti tu, non squatti tra le gambe ma anche se hai il femore parallelo, servea poco se poi schieni. Poi per me il femore parallelo non è una cosa da ricercare (a differenza di un eccessivo avanzamento delle ginocchia), ma una caratteristica individuale a seconda delle leve. Il gioco di tutto è la schiena perchè da essa dipende il bilanciamento degli angoli delle ginocchia ecc. Schiena dritta(issima) e fulcro del baricentro esattamente in mezzo al piede (o tallone a preferenza)


Per la schiena, puoi sempre provare a farti sbloccare da qualcuno, anche dalla tua ragazza per dire. Cerchi il punto dolorante (che dovrebbe poi essere rigido) e lo fai massaggiare molto vigorosamente in senso orario fino a che non passa, premendo sempre di più. Puoi fare così anche tutti i giorni.
Prima di iniziare qualsiasi esercizio coi pesi, 10 minuti di corsa o corda o qualcosa di aerobico, fino a iniziare a sudare, poi 3x15 di hyper o gm e 3x15 di abs. Se vuoi un pò di mobilità per anche e schiena e via inizi.


Cmq P, parlando in generale, questo è il risultato del lavaggio del cervello mcrobertiano perchè il tuo approccio allo squat e i tuoi problemi SECONDO ME (ma mi ci giocherei le palle) sono frutto dell'attitudine mentale verso l'esercizio. Un mio amico anche fa così ma in più lui ha ache una bella genetica.
Si vede perchè vai sempre con paura e cerchi di scrollarti la serie di dosso il più velocemente possibile. I dolori li hanno e li avranno sempre tutti quanti, io ho avuto degli infortuni gravi alla schiena quindi posso dirti dal canto mio che l'approccio mentale è fondamentale. Finchè avrai paura e ti concentri sui dolorini o cose del genere, il tuo squat non decollerà mai, perchè sei te il primo a non volerlo far decollare.
Cerca sempre di essere fluido e concentrato. Duro, ma non iperesteso da farsi uscire il sangue dal naso. Devi stare come un blocco unico, ma tranquillo e fluido.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/endoveinband
Divano

avatar

Messaggi : 460
Data d'iscrizione : 16.09.10
Età : 29
Località : Collegno (To)

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 2:31 pm

Mauro ha scritto:
Divano ha scritto:
Anche il box non lo trovo il miglior mezzo perchè nella posizione bassa sei cmq rilassato.

Ciao! Smile
Cosa intendi per "rilassato nella posizione bassa"?

Alcuni fanno il box "tocca e riparti" per annullare il riflesso di allungamento dei muscoli nella posizione bassa dello squat, altri si seggono proprio (per esasperare la catena posteriore NELLO squat) e ripartono.
Se l'obbiettivo è quello di tenere posizione e iperestensione della schiena nell'hole, il box non è proprio il mezzo più indicato, ma meglio uno squat con "fermo in basso" di qualche secondo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/endoveinband
Mauro



Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 11.12.10
Località : Olbia

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 3:13 pm

Si, volevo capire in quale chiave definivi il "rilassamento" nel punto basso di un box.

Che sia il "tocca e sali" o che sia enfatizzare la tensione sedendoci per un paio di secondi sul box, non vi è proprio un "rilassamento", casomai una tensione diversa (e magari non specifica per uno Squat nell'hole)..

Ciao Smile



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Divano

avatar

Messaggi : 460
Data d'iscrizione : 16.09.10
Età : 29
Località : Collegno (To)

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 6:00 pm

Si sta sempre facendo squat non una dormita Laughing
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.myspace.com/endoveinband
piroMM



Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 24.09.10

MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   Mer Gen 05, 2011 10:50 pm

Divano ha scritto:
Allora P. il tuo squat complessivamente è buono, nulla da dire.
In realtà ad essere rigido sei tu e non i femorali. Mi spiego meglio: esasperi a manetta l'iperestensione lombare si vede anche dall'esperessione che hai ahahah Very Happy
Per il resto prova una cosa: alza un pò di più il bil sul trapezio (nella posizione di partenza in piedi, sei già troppo inclinato) e cerca di ficcare meglio i gomiti sotto i polsi (portarli in avanti). Così facendo dovresti stare più dritto. Poi affonda di più, sei sempre paro e così facendo sviluppi un movimento non proprio completo quindi "rinforzi" delle debolezze o anelli deboli. Se non hai un tacco nella scarpa procuratelo Very Happy
Come squatti tu, non squatti tra le gambe ma anche se hai il femore parallelo, servea poco se poi schieni. Poi per me il femore parallelo non è una cosa da ricercare (a differenza di un eccessivo avanzamento delle ginocchia), ma una caratteristica individuale a seconda delle leve. Il gioco di tutto è la schiena perchè da essa dipende il bilanciamento degli angoli delle ginocchia ecc. Schiena dritta(issima) e fulcro del baricentro esattamente in mezzo al piede (o tallone a preferenza)


Per la schiena, puoi sempre provare a farti sbloccare da qualcuno, anche dalla tua ragazza per dire. Cerchi il punto dolorante (che dovrebbe poi essere rigido) e lo fai massaggiare molto vigorosamente in senso orario fino a che non passa, premendo sempre di più. Puoi fare così anche tutti i giorni.
Prima di iniziare qualsiasi esercizio coi pesi, 10 minuti di corsa o corda o qualcosa di aerobico, fino a iniziare a sudare, poi 3x15 di hyper o gm e 3x15 di abs. Se vuoi un pò di mobilità per anche e schiena e via inizi.


Cmq P, parlando in generale, questo è il risultato del lavaggio del cervello mcrobertiano perchè il tuo approccio allo squat e i tuoi problemi SECONDO ME (ma mi ci giocherei le palle) sono frutto dell'attitudine mentale verso l'esercizio. Un mio amico anche fa così ma in più lui ha ache una bella genetica.
Si vede perchè vai sempre con paura e cerchi di scrollarti la serie di dosso il più velocemente possibile. I dolori li hanno e li avranno sempre tutti quanti, io ho avuto degli infortuni gravi alla schiena quindi posso dirti dal canto mio che l'approccio mentale è fondamentale. Finchè avrai paura e ti concentri sui dolorini o cose del genere, il tuo squat non decollerà mai, perchè sei te il primo a non volerlo far decollare.
Cerca sempre di essere fluido e concentrato. Duro, ma non iperesteso da farsi uscire il sangue dal naso. Devi stare come un blocco unico, ma tranquillo e fluido.


Allora se ho ben capito:
- bilanciere più alto sui trapezi;
- gomiti più avanti.
Come faccio per il tacco nella scarpa? Non so se quelle che uso da basket sono rialzate.
Inoltre secondo te sbaglio ad andare così indietro con il culo esasperando la ricerca dell'utilizzo dei femorali/glutei? Dovrei quindi squattare portando volontariamente le ginocchia più avanti cercando soprattutto di tenere la schiena più dritta (insomma è come il tuo)? Penso che il fatto di squattare così come faccio io ora e il fatto di avere il busto lungo e le gambe corte mi porti a schienare molto più facilmente.
Fulcro del piede in mezzo me lo avevi già consigliato quando ci siamo allenati insieme e da allora ho sempre cercato di farlo.


Farò così allora; mi riscaldo per bene e poi faccio prima del wo abs e hyper o gm in 3x15. Per la mobilità dell'anca che esercizi mi consigli?


Hai ragione perché anche io la penso come te. Infatti quando squatto che la schiena mi da sicurezza vado alla grande mentre quando sento un pò di dolore mi cago addosso irrigidendomi tutto.


Grazie mille del prezioso aiuto che mi stai dando!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Migliorare la flessibilità nei femorali   

Tornare in alto Andare in basso
 
Migliorare la flessibilità nei femorali
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Migliorare la flessibilità nei femorali
» migliorare il servizio
» Si puo' sempre migliorare?
» Esericizi per migliorare apertura e spinta
» allenamento rovescio in top per migliorare rovescio in back

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Powerlifting Italia Forum :: Powerlifting Italia Forum :: General Training-
Andare verso: